Maternità, il congedo e un diritto indisponibile

Sul tema del congedo alcuni chiarimenti. È sempre obbligatoria la trasmissione all’Inps del certificato telematico che attesta lo stato di gravidanza da parte del medico del Servizio sanitario nazionale e il certificato è il presupposto per poi fare la domanda di congedo. Lo ha precisato in questi giorni  la Direzione centrale Ammortizzatori Sociali dell’Inps con l’obiettivo di chiarire  le modalità di gestione delle domande di congedo di maternità anche nei casi di assenza del certificato telematico.

La Direzione ha sottolineato “come il congedo di maternità, di cui al D.lgs. n. 151/2001, costituisce un diritto indisponibile per le lavoratrici dipendenti e ad esso corrisponde un divieto assoluto di adibizione al lavoro penalmente sanzionato dalla legge”. 

Non si può quindi escludere che il diritto al congedo di maternità spetti alla lavoratrice nonostante il medico non abbia proceduto all’invio del certificato.

Leggi la pagina Inps.

L’articolo Maternità, il congedo e un diritto indisponibile sembra essere il primo su 7Grammilavoro.

Leave a Comment

Scroll to Top